1. Home
  2. Finanza e Mercati
  3. Finanza e Mercati

Saipem, contratto da 850 milioni in Kuwait

17 agosto 2017 - 08:14  di FIRSTonline
L’accordo prevede la realizzazione di un sistema di condotte di vario diametro, della lunghezza di circa 450 km, per il trasporto di petrolio greggio e di gas.
Ieri pomeriggio (dopo la chiusura di piazza Affari) il gruppo di San Donato Milanese ha annunciato di essersi aggiudicato un nuovo contratto nel segmento E&C onshore del valore di circa 850 milioni di dollari statunitensi, per le attività di ingegneria, approvvigionamento, costruzione e commissioning per il progetto “Feed Pipelines for New Refinery Project (NRP)” relativo allo sviluppo della nuova raffineria di Al Zour, situata nel sud del Kuwait. Il contratto è stato assegnato da Kuwait Oil Company, società controllata dalla compagnia petrolifera nazionale del Paese del Golfo, la Kuwait Petroleum Corporation.

Nel dettaglio, l’accordo prevede la realizzazione di un sistema di condotte di vario diametro, della lunghezza di circa 450 km, per il trasporto di petrolio greggio e di gas da diversi punti di raccolta e di distribuzione della Kuwait Oil Company alla nuova raffineria di Al Zour. Il progetto comprende, inoltre, la realizzazione della rete di trasporto dei prodotti raffinati verso le aree di stoccaggio presenti nella raffineria di Mina Al Ahmadi, i quali saranno utilizzati anche per l’alimentazione della Northern Power Station di proprietà dell’Ente Ministeriale per l’acqua e l’elettricità. L’aggiudicazione di questo nuovo contratto è senza dubbio una notizia positiva per i titoli Saipem che nelle ultime sedute sono stati sotto pressione, complice la debolezza delle quotazioni del petrolio.

Notizie Correlate