1. Home
  2. Italia
  3. Dal Palazzo

Migranti minorenni: un bando per diventare tutore

17 luglio 2017 - 10:33  di FIRSTonline
Entro il prossimo 30 settembre, chi vive in Toscana, Sardegna, Abruzzo o Molise può candidarsi per diventare tutor di un minore arrivato in Italia senza essere accompagnato da adulti
Se hai più di 25 anni e vivi in Toscana, Sardegna, Abruzzo o Molise, puoi fare domanda per diventare tutore di un minore arrivato in Italia senza essere accompagnato da adulti. Queste regioni non hanno un garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza, perciò l’Autorità nazionale ha stipulato protocolli d’intesa con i tribunali dei minori e emanato un bando. Le richieste vanno inviate entro il 30 settembre 2017 su questo modulo all’indirizzo tutorivolontari@garanteinfanzia.org.

La responsabilità da assumersi è grande: bisogna avere cura degli interessi del minore in ogni ambito, ascoltare i suoi bisogni, coltivare le sue potenzialità e garantire la sua salute. Non occorre però ospitarlo in casa né aiutarlo dal punto di vista economico.

Fra i requisiti più apprezzati a sostegno della candidatura figurano un titolo di studio e/o particolari capacità personali e professionali conseguite attraverso formazioni specifiche utili allo svolgimento della funzione di tutore volontario di minore straniero non accompagnato, la conoscenza di lingue straniere, comprovata da relativi certificati, l’esperienza concreta di assistenza ed accompagnamento dei minori stranieri non accompagnati all’interno di associazioni di volontariato o culturali o agenzie educative o ambiti professionali qualificati.

L’esito della selezione sarà notificato sul sito internet istituzionale dell’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza e i candidati selezionati riceveranno indicazioni rispetto alle date programmate per la formazione obbligatoria. Gli aspiranti tutori volontari seguiranno un corso di formazione di 24/30 ore e verranno inseriti nell’albo che verrà istituito presso il tribunale per i minorenni competente della regione di residenza. Da questo albo il giudice selezionerà un tutore volontario per ogni minore o, nel caso di fratelli, il tutore sarà lo stesso per tutti i fratelli.

Nelle regioni che hanno un garante regionale, l'avviso di selezione verrà pubblicato dai garanti regionali. Lazio, Campania, Liguria e Provincia Autonoma di Bolzano hanno già pubblicato gli avvisi. Tutti i siti e i contatti dei diversi Garanti regionali sono a questa pagina.

Notizie Correlate