1. Home
  2. Italia
  3. News

Elettricità: E-Distribuzione lancia Open Meter, il contatore smart di nuova generazione

15 luglio 2017 - 06:53  di FIRSTonline
E-Distribuzione del gruppo Enel ha avviato un piano nazionale di installazione di Open Meter, il contatore intelligente di seconda generazione, senza aggravi in bolletta - I clienti potranno avere informazioni sui consumi in tempo quasi reale regolando così il prelievo di energia con significativi risparmi - Il cambio di fornitore diventerà più facile.
E-Distribuzione è stata la prima utility nel mondo, a partire dal 2001 quando ancora si chiamava Enel Distribuzione, ad aver installato i contatori elettronici in tutte le case e le imprese connesse alla sua rete, per un totale di 32 milioni di clienti. Oggi, a distanza di 16 anni, seguendo il percorso di innovazione che caratterizza il Gruppo Enel, E-Distribuzione ha avviato un piano nazionale di installazione di “Open Meter”, il contatore intelligente di seconda generazione, che si completerà in un arco temporale di 15 anni, senza alcun aggravio sulle bollette.

Il nuovo Smart Meter “2G” è un dispositivo in grado di combinare la qualità del servizio con l’innovazione tecnologica, apportando notevoli vantaggi ai consumatori, e di abilitare l’utilizzo di sistemi di domotica. Dal design lineare ed essenziale, concepito dall’architetto Michele De Lucchi, Open Meter – interamente progettato in Italia da E-Distribuzione - è il risultato di un percorso che tiene conto di quanto avvenuto negli ultimi anni sul mercato energetico e dell’evoluzione tecnologica nel campo della misura e della telegestione.

Una delle caratteristiche principali dei nuovi apparati di misura sarà la possibilità per il cliente di avere informazioni sui consumi quasi in tempo reale e, di conseguenza, gestire il prelievo di energia in un’ottica di risparmio e convenienza. E non solo tramite il display del misuratore: attraverso un protocollo di comunicazione aperto e pubblico, il contatore 2G potrà trasmetterei dati di misura ai dispositivi per la domotica e l’energy management, grazie ai quali sarà possibile accedere, – anche tramite interfacce web e app - ai dati relativi ai consumi registrati con intervalli di 15 minuti e controllare i parametri tecnici di potenza media e massima prelevata.

L’evoluzione tecnologica dei nuovi contatori porterà ulteriori benefici ai clienti. Ad esempio, grazie all’invio di dati di misura più dettagliati e frequenti ai venditori, sarà possibile effettuare cambi di fornitore (“switching”) e di intestazione della fornitura (voltura) con maggior velocità, e ricevere offerte commerciali specifiche, studiate in base alle esigenze e alle abitudini di consumo di ciascun cliente.

Inoltre, grazie al passaggio alla rilevazione giornaliera dei dati di misura, potranno essere abilitati miglioramenti di processo in grado di ridurre considerevolmente le rettifiche di fatturazione e i conseguenti conguagli.

Con riferimento allo switching invece, un nuovo contratto potrà essere attivato non solo il primo giorno del mese, ma anche in qualsiasi altro giorno, riducendo sensibilmente le tempistiche delle procedure. Lo stesso vale in caso di cambio del titolare della fornitura della fornitura.

Riguardo alle offerte commerciali innovative, il contatore 2G – consentendo la configurazione di un maggior numero di fasce orarie (fino a sei, rispetto alle tre attuali) - permetterà ai venditori di disegnare proposte più aderenti alle esigenze e ai profili di consumo dei propri clienti, con prezzi variabili tra le diverse ore del giorno e i diversi giorni della settimana, nonché offerte a tempo, o stagionali, concepite per venire incontro a esigenze particolari o come strumento di acquisizione clienti.

I venditori potranno proporre anche offerte prepagate, particolarmente adatte alle seconde case o a clienti più giovani, che hanno familiarità con i nuovi strumenti informatici grazie ai quali è possibile una gestione consapevole della bolletta. Da ultimo, il processo di risoluzione dei guasti sulla rete di bassa tensione sarà più tempestivo grazie alla capacità dei nuovi misuratori di segnalare al distributore, attraverso il canale in radiofrequenza, le situazioni di interruzione di corrente.

Il nuovo sistema di telegestione permetterà inoltre di migliorare la qualità complessiva del servizio elettrico aumentando i dati a disposizione per la gestione della rete ed è in grado di dare un fondamentale impulso al processo di digitalizzazione della stessa. Il contatore elettronico di seconda generazione di E-Distribuzione è in grado di rilevare oltre 7mila miliardi di misure ogni anno e permette il monitoraggio continuo della tensione, della corrente e del numero e durata delle interruzioni, permettendo di intervenire più rapidamente per gestire eventuali interventi di ripristino.

Il contatore Open Meter è quindi l’innovazione tecnologica che ci consentirà di migliorare la consapevolezza dei nostri consumi, di accedere a nuovi servizi e, in prospettiva, di partecipare attivamente al nuovo mercato dell’energia. Le parole chiave per il futuro saranno convergenza e sinergia per uno sviluppo armonico volto a creare una “piattaforma tecnologica” sulla quale si svilupperanno le città "intelligenti”.

Nella visione di E-Distribuzione, grazie al livello di digitalizzazione che ha raggiunto l’infrastruttura elettrica, l’intero sistema evolverà integrandosi sempre più con il mondo esterno, a supporto delle smart city, del mondo dell’industria e dei servizi avanzati, dei consumatori e dei produttori e, più in generale, a supporto dell’intera collettività.

Notizie Correlate