1. Home
  2. Finanza e Mercati
  3. Commento Di Borsa

Gruppo Agnelli a 2 velocità: bene Cnh, realizzi su Exor, Fca e Ferrari

14 luglio 2017 - 13:29  di Ugo Bertone
Borse europee poco mosse in chiusura di settimana - Si apprezzano i Btp - Petrolio in rialzo - A Milano debutto record di DoBank, lievi variazioni per i bancari - Ancora scambi su Telecom Italia - Tra gli industriali bene Leonardo - In evidenza Yoox - Giù la Juve per la cessione di Bonucci
Poco mosse le Borse europee a fin mattinata. A Milano l’indice Ftse Mib segna un progresso modesto: +0,09%, poco sopra 21.500 punti. In linea l’andamento di Parigi (+0,13%) mentre viaggiano in terreno lievemente negativo Francoforte (-0,03%) e Londra (-0,15%). Tendenza più decisa a Madrid (+0,72%). L'azionario europeo si avvia a concludere la migliore settimana in due mesi, con gli investitori sollevati dalla prospettiva che le banche centrali non irrigidiranno la loro politica così in fretta come si temeva.

Nessuna sorpresa sull’inflazione italiana. L'indice dei prezzi al consumo ha registrato una variazione dello -0,1% su mese e dell'1,2% su anno. I mercati attendono le trimestrali americane (JP Morgan, Citigroup e Wells Fargo) e alcuni dati macroeconomici Usa. Alle 14:30 negli Stati Uniti saranno pubblicate le vendite al dettaglio di giugno e l'inflazione di giugno.

Si apprezzano i Btp con il rendimento del decennale che scende a 2,25% da 2,32% di ieri. Lo spread si riduce a 168 punti base. Per l'Italia oggi c'è anche un appuntamento da calendario sul rating sovrano: il pronunciamento è quello di Dbrs, che dopo il downgrade di inizio anno ha ora una valutazione BBB(high), con outlook stabile.

Ieri il Wall Street Journal ha dato nuovo impulso alle attese di una prossima exit strategy di Francoforte, scrivendo che nel meeting del prossimo 7 settembre la Bce potrebbe delineare concretamente un percorso di progressiva riduzione del Qe a partire dall'inizio del 2018.

Petrolio in rialzo: il Brent sale di 27 centesimi a 48,69 dollari al barile. Il futures sul West Texas intermediate (Wti) scambia a 46,31 dollari al barile, in salita di 33 centesimi. Salgono i titoli petroliferi. Eni +0,3%, Saipem -0,1%, Tenaris +0,8%.

A Piazza Affari gruppo agnelli a 2 velocità. Positiva Cnh Industrial (+1,2%), promossa a Buy dal broker americano Seaport Global Securities. Fiat Chrysler scende dello 0,9% nonostante i buoni dati di vendita in Europa a giugno. Ieri Fca aveva guadagnato il 2,8%. Realizzi anche su Exor (-0,6%) e Ferrari (-0,5%).

A Milano va in scena anche il debutto record di DoBank, che al primo giorno di quotazione vede le azioni scambiate a 10,40 euro, con un rialzo del 15,5% rispetto al prezzo del collocamento, avvenuto a 9 euro. La società opera in un settore di grande interesse per la finanza italiana, quello dei Non performing loans, cioè le sofferenze che fanno capo alle banche. Ma a differenza dell’azionista di riferimento Fortress, che investe direttamente in portafogli di Npl, DoBank è attiva nella gestione dei portafogli stessi con una piattaforma di recupero.

L'azionista Avio ha venduto 38,1 milioni di azioni al prezzo di 9 euro ciascuna, al termine dell'Ipo, senza considerare la Greenshoe, avrà il 54,4% del capitale, con la Greenshoe scende a 50,1%. Fortress ha ribadito stamane di non aver intenzione di uscire dall'azionariato di DoBank. 

Lievi le variazioni del settore bancario: Unicredit scende dello 0,3%, Intesa invariata, Banco Bpm +0,1%. Generali sale dello 0,1%. Il Creval guadagna oltre il 4% dopo l'annuncio della conclusione della cartolarizzazione degli Npl. Secondo Equita l'operazione è stata chiusa a condizioni migliori del previsto.

Sempre attivi gli scambi su Telecom Italia (+0,27%) sull’onda dell’upgrade di S&P. Tra gli industriali bene Leonardo (+0,4%). Il consorzio Eurofighter ha firmato un contratto di protezione Typhoon britannici da 45 milioni.

Il contratto firmato tra Netma (Nato Eurofighter and Tornado Management Agency) e il consorzio Eurofighter (Bae Systems, Leonardo, Airbus Defence & Space) per l'aggiornamento del sistema di protezione Pretorian dei velivoli Eurofighter Typhoon del Regno Unito avrà durata di due anni e prevede l'ammodernamento del sistema in linea con nuovi requisiti operativi della Royal Air Force. 

Nel paniere principale, in evidenza anche Yoox, con un rialzo di poco oltre il 2%. Tra gli altri titoli da segnalare la frenata di Juventus (-3,43%) in reazione alla prossima cessione di Leonardo Bonucci.

Notizie Correlate