1. Home
  2. Tasse/Lavoro
  3. Tasse e Tariffe

730 precompilato 2017: le date da ricordare

5 aprile 2017 - 12:23  di Carlo Musilli
L'Agenzia delle Entrate comunica il calendario della nuova dichiarazione dei redditi precompilata - Da quest'anno le detrazioni per le spese sanitarie raddoppiano - Si allarga la platea di chi può sbrigare la pratica online - Novità sull'integrazione del 730 2016
Il 730 precompilato 2017 è in arrivo. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato le caselle da segnare sul calendario per gestire la nuova dichiarazione dei redditi:

•        18 aprile 2017: da questa data contribuenti, Caf e commercialisti potranno visualizzare il 730 precompilato e l’elenco delle informazioni disponibili utilizzando l’applicazione online realizzata dal Fisco.

•        2 maggio – 24 luglio 2017: in questo intervallo di tempo la dichiarazione precompilata potrà essere (eventualmente) modificata e inviata all’Agenzia delle Entrate.

SPESE SANITARIE: LE DETRAZIONI RADDOPPIANO

In tutto, i nuovi 730 precompilati contengono 900 milioni di informazioni (200 milioni in più rispetto all’anno scorso). Di questi, quasi 700 milioni riguardano le spese sanitarie (+34,6% rispetto a 520 milioni del 2016), in cui da quest’anno rientrano anche quelle per i farmaci da banco e per le prestazioni erogate da ottici, parafarmacie, psicologi, infermieri, ostetriche e tecnici di radiologia. Non si tratta di novità da poco, perché fanno salire l’insieme delle spese sanitarie detraibili a 29 miliardi di euro, esattamente il doppio dell’anno scorso.

LE ALTRE NOVITÀ DI QUEST’ANNO

Oltre ai nuovi dati sulle spese sanitarie, nel 730 precompilato 2017 sono presenti anche le spese veterinarie comunicate dalle farmacie, dalle parafarmacie e dai veterinari e le spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica realizzati sulle parti comuni dei condomini comunicate all'Agenzia dagli amministratori di condominio.

COME ACCEDERE AL 730 PRECOMPILATO

Per accedere alla propria dichiarazione dei redditi precompilata occorre utilizzare una delle seguenti credenziali:

- nome utente e password dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline ed Entratel);
- Pin rilasciato dell’Inps;
- credenziali del Sistema pubblico per l’identità digitale (Spid);
- credenziali di tipo dispositivo rilasciate dal sistema Informativo di gestione e amministrazione del personale della pubblica amministrazione (NoiPA).

Infine, i contribuenti possono accedere alla dichiarazione precompilata utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi.

LA PLATEA DELLA DICHIARAZIONE ONLINE, ECCO LE NEW ENTRY

A partire da quest'anno, inoltre, l'Agenzia consente di presentare la dichiarazione tramite l’applicazione online anche a coloro per i quali non è disponibile una vera dichiarazione precompilata. È il caso dell'erede che deve presentare la dichiarazione per conto della persona deceduta, oppure del contribuente per il quale l'Agenzia non dispone di alcun dato. Per questi soggetti sarà disponibile una dichiarazione dei redditi senza alcun dato precompilato, a eccezione dei dati anagrafici.

INTEGRAZIONE DEL 730 PRECOMPILATO 2016 

Un’altra innovazione rispetto al passato riguarda la possibilità di consultare e se necessario correggere il 730 precompilato 2016, purché sia stato inviato via web. Per le modifiche bisogna utilizzare il modello Unico 2016 integrativo (disponibile online) in cui i contribuenti troveranno già precaricati i dati contenuti nella dichiarazione inviata. Per presentare il modello integrativo, all'interno dell'applicazione è presente la funzione "cambia anno di dichiarazione", che consente di selezionare la dichiarazione su cui si intende intervenire.

INFORMAZIONI E ASSISTENZA

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un sito di assistenza sul 730 precompilato, in cui sono indicati anche tutti i canali di assistenza disponibili. I dubbi più comuni dei contribuenti trovano risposta nella sezione delle Faq.

Notizie Correlate