1. Home
  2. Finanza e Mercati
  3. Finanza e Mercati

Generali si difende e compra il 3% di Intesa Sanpaolo

23 gennaio 2017 - 20:05  di FIRSTonline
Il Leone passa al contrattacco e acquista il 3% di Intesa Sanpaolo per fermare sul nascere ogni rischio di scalata di fronte alle voci, non smentite, dell'intenzione di Intesa Sanpaolo di acquistare una partecipazione nel capitale.
Controffensiva di Generali per difendersi da un possibile attacco di Intesa Sanpaolo: il Leone ha acquisito i diritti di voto su 505 milioni di azioni di Intesa Sanpaolo pari al 3,01% del capitale, attraverso un’operazione di prestito titoli. Dopo questa operazione scatta la regola delle partecipazioni incrociate tra società quotate. Il limite, secondo la legge Draghi, è proprio al 3% dei diritti di voto: così ora se Intesa Sanpaolo acquistasse azioni di Generali, i suoi diritti di voto relativi sarebbero sterilizzati.

La società triestina è in questi giorni al centro di speculazioni e voci, che lo vedono un target di potenziali acquisizioni da parte di colossi esteri tra cui la francese Axa o la tedesca Allianz, o di gruppi italiani come appunto la banca Intesa Sanpaolo, che avrebbero messo gli occhi su Generali e sarebbero ponti a rilevare parte delle attività del gruppo. Ma per ora la scalata, almeno quella possibile di Intesa, è stata scongiurata.

Il titolo Generali ha vissuto una giornata da protagonista assoluto in Borsa guadagnando il 3,94%, dopo aver toccato un rialzo fino all’8%. Nel corso della seduta sono state scambiate oltre 35 milioni di azioni, pari al 2,2% del capitale.

Notizie Correlate