Torna il campionato: stasera Napoli-Samp

7 gennaio 2017 - 06:39  di Federico Bertone
Dopo la sosta natalizia, il campionato di serie A riparte con due anticipi: Empoli-Palermo, spareggio per la salvezza, e soprattutto Napoli-Sampdoria con la squadra di Sarri intenzionata a recuperare il terreno perduto e a scalare le vette della classifica.
Finalmente si ricomincia! Il campionato riparte dopo la sosta natalizia e lo fa con due partite molto interessanti: Empoli-Palermo (ore 18, vero e proprio spareggio salvezza) e Napoli-Sampdoria (ore 20.45). Per gli azzurri si tratta di un match delicato, come del resto testimonia la classifica: con Juve e Roma che “scappano” e il gruppone di inseguitrici alle calcagna (Lazio, Milan, Atalanta, Inter) la squadra di Sarri deve necessariamente vincere, pena rimettere in discussione l’attuale terzo posto. “Ora è il momento di trasformare il bel gioco in risultati – il pensiero di Sarri. – Abbiamo gettato troppi punti nonostante ottime prestazioni, il nostro limite mentale è questo ma stiamo lavorando per rimediare. Penso che il nostro salto di qualità possa passare proprio da questo aspetto…”. Il tecnico azzurro non ha usato giri di parole per spiegare quelli che sono i problemi della sua squadra. Il paradosso, infatti, è che pur offrendo il miglior calcio del campionato (quantomeno a sprazzi) il Napoli non riesca a svoltare davvero, così da avvicinarsi sul serio alla Juve e provare a contenderle lo scudetto.

Sarà importante dunque vedere come si comporterà stasera contro la Sampdoria, in un match passato un po’ in sordina dopo le polemiche dei giorni scorsi relative ai biglietti (e al solito bagarinaggio folle) per il Real Madrid. Inutile negarlo: in città sono in molti a pensare già alla supersfida coi campioni d’Europa e del Mondo. “Se facciamo questo un mese prima diventa un problema enorme – ha glissato Sarri. – Ho passato le vacanze guardando 6 o 7 partite della Samp e 3 o 4 dello Spezia, al resto non penso. I blucerchiati giocano un buon calcio, hanno qualità e pericolosità offensiva notevole. In più hanno organizzazione difensiva e un allenatore che ho sempre stimato molto, quindi mi aspetto una gara difficile”. Per la prima volta il tecnico potrà contare su Pavoletti, rinforzo nuovo di zecca e già inserito nella lista dei convocati. L’ex Genoa partirà dalla panchina proprio come Gabbiadini, evidentemente destinato invece a lasciare Napoli in questa sessione di mercato. I grattacapi di Sarri però non riguardano l’attacco bensì la difesa: con Koulibaly e Ghoulam infortunati, Hysaj acciaccato e Albiol squalificato il reparto è praticamente tutto da rifare. Il 4-3-3 azzurro vedrà così Reina in porta, Maggio, Maksimovic, Tonelli e Strinic in difesa, Zielinski, Diawara e Hamsik a centrocampo, Callejon, Mertens e Insigne in attacco. Giampaolo risponderà con un 4-3-1-2 con Puggioni tra i pali, Pereira, Skriniar, Silvestre e Regini nel reparto arretrato, Barreto, Torreira e Linetty in mediana, Praet sulla trequarti alle spalle della coppia offensiva Muriel-Quagliarella.

Notizie Correlate