1. Home
  2. Tasse/Lavoro
  3. Tasse e Tariffe

Spesometro, in arrivo 20mila lettere

16 dicembre 2016 - 15:51  di FIRSTonline
Riguardano le operazioni IVA 2013 e sono state inviate ad altrettanti professionisti ed imprese per i quali emergono delle differenze tra il volume d’affari dichiarato e l’importo delle operazioni comunicate dai loro clienti.
Spesometro, arrivano le lettere. L’agenzia delle Entrate chiude il 2016 inviando 20.362 alert preventivi sulle operazioni IVA 2013 ad altrettanti professionisti ed imprese per i quali emergono delle differenze tra il volume d’affari dichiarato e l’importo delle operazioni comunicate dai loro clienti all’Agenzia delle Entrate attraverso appunto lo Spesometro.

Queste partite IVA vengono ora invitate dal Fisco all’adempimento spontaneo ricorrendo al nuovo ravvedimento operoso. È quanto prevede il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate volto a promuovere l’adempimento spontaneo da parte delle Partite IVA che, secondo i controlli fiscali effettuati dall’Agenzia incrociando le dichiarazioni dei professionisti/aziende con quelle comunicate dai propri clienti al Fisco attraverso lo Spesometro – ai sensi dell’articolo 21 del decreto legge n. 78/ 2010 – non hanno dichiarato, in tutto o in parte, le operazioni attive effettuate nel 2013 ai fini IVA.

Nell’inviare i contribuenti a sanare l’anomalia riscontrata mediante ravvedimento operoso, l’Agenzia comunicherà agli interessati anche le informazioni ricevute dai loro clienti, nonché le modalita` con cui il contribuente puo` richiedere informazioni o segnalare all’Agenzia eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti.

Notizie Correlate