1. Home
  2. Italia
  3. Caso Del Giorno

Governo Gentiloni, ecco i ministri: Alfano-Esteri, Minniti-Interno, Boschi-Palazzo Chigi

12 dicembre 2016 - 18:58  di FIRSTonline
Molte conferme nel governo che giura al Quirinale in serata: rimangono al loro posto Padoan, Pinotti e Delrio - Solo pochi i nuovi ingressi; Fedeli all'Istruzione, Lotti allo Sport, Finocchiaro ai Rapporti col Parlamento - Ecco l'elenco completo - Verdini si sfila all'ultimo - Il Premier: "Non nascondo le difficoltà, ma dobbiamo farvi fronte".
Paolo Gentiloni è salito al Quirinale e ha sciolto la riserva accettando ufficialmente di formare un nuovo Governo. Il Premier ha reso nota anche la squadra dei ministri che comporranno il suo Esecutivo. Il giuramento è previsto per stasera alle 20.00

Il Gruppo Ala guidato da Denis Verdini si è sfilato all'ultimo, annunciando che domani non voterà la fiducia al nuovo Governo "senza rappresentanza Ala-Sc". "Non voteremo la fiducia a un governo intenzionato a mantenere uno status quo", si legge nella nota congiunta firmata da Denis Verdini e Enrico Zanetti. 

Ma Gentiloni tira dritto: "Non nascondo le difficoltà del momento, ma la Politica deve sapere farvi fronte. Ci muoveremo nel solco del Governo Renzi e per facilitare l'intesa tra le forze politiche al fine di definire le nuove regole per le elezioni". 

"Il governo - continua il nuovo Presidente del Consiglio" -si metterà al lavoro immediatamente con tutte le sue forze concentrato sui problemi da risolvere nel Paese con l'ottimismo che deriva dal popolo italiano".

Tornando alla squadra di Governo, rimangono al loro posto tutti i ministri più importanti del Governo Renzi, inclusi Marianna Madia e Giuliano Poletti. Conservano il loro incarico Pier Carlo Padoan (Economia), Carlo Calenda (Sviluppo economico), Roberta Pinotti (Difesa), Beatrice Lorenzin (Salute), Andrea Orlando (Giustizia), Graziano Delrio (Trasporti) e Dario Franceschini (Cultura). Rimane all'Ambiente Gianluca Galletti e tramonta l'ipotesi di una sostituzione con Ermete Realacci. Boschi resta nell'Esecutivo, ma diventa sottosegretario alla Presidenza del Consiglio.  

Angelino Alfano trasloca dal Viminale alla Farnesina
, dove prenderà il posto che fino a pochi giorni fa apparteneva proprio al Premier Gentiloni. La guida del ministero dell'Interno passa invece nelle mani di Marco Minniti (PD). Calabrese, classe '56, Minniti ha una lunga carriera politica alle spalle: già dirigente dei Democratici di Sinistra, è stato sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio (Governo D'Alema I e II), sottosegretario al Ministero della Difesa (Governo Amato II) e Vice Ministro dell'Interno (Governo Prodi II). Sotto il Governo Letta ha ricoperto il ruolo di, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti, carica che ha ricoperto anche nei quasi tre anni di Esecutivo Renzi.  

Ad Anna Finocchiaro andrà il ruolo che fino a pochi giorni fa era affidato a Maria Elena Boschi. Nelle sue mani ci saranno i rapporti con il Parlamento, mentre la delega alle Riforme scompare dato che la riforma costituzionale non è più all'ordine del giorno. Ministro per le pari opportunità durante il Governo Prodi, dal 2008 al 19 marzo 2013 è stata capogruppo al Senato della Repubblica del Partito Democratico, di cui è una delle fondatrici. Il 7 maggio 2013 è eletta Presidente della Commissione Affari Costituzionali, carica confermata gennaio dell'anno in corso grazie ai voti di Pd, Ncd e Ala. 

Valeria Fedeli, senatrice del Partito Democratico e vicepresidente del Senato ha ricevuto la guida del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, prendendo il posto di Stefania Giannini. All'ex sottosegretario Lotti la guida del ministero (senza portafoglio) allo Sport. Claudio De Vincenti sarà ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno.

Riassumendo, ecco i ministri del Governo Gentiloni: 
  • Pier Carlo Padoan (ministro dell'Economia),
  • Carlo Calenda (ministro dello Sviluppo economico),
  • Roberta Pinotti (ministro della Difesa),
  • Beatrice Lorenzin (ministro della Salute),
  • Andrea Orlando (ministro della Giustizia),
  • Graziano Delrio (ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture) 
  • Dario Franceschini (ministro della Cultura).
  • Angelino Alfano (ministro degli Esteri)
  • Marco Minniti (ministro dell'Interno)
  • Anna Finocchiaro (ministro dei Rapporti con il Parlamento).
  • Marianna Madia (ministro della Semplificazione e Pubblica Amministrazione).
  • Maurizio Martina (ministro delle Politiche Agricole)
  • Gianluca Galletti (ministro dell'Ambiente)
  • Giuliano Poletti (ministro del Lavoro)
  • Valeria Fedeli (ministro dell'Istruzione)
  • Claudio De Vincenti (ministro della Coesione Territoriale e del Mezzogiorno).
  • Enrico Costa (ministro degli Affari Regionali)
  • Luca Lotti (ministro dello Sport) 
Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi.

Notizie Correlate