1. Home
  2. Premium
  3. Utilities: Energia e Ambiente

Enel: bando di concorso per la centrale di Bastardo

30 novembre 2016 - 09:42  di FIRSTonline
Chi è interessato all'acquisizione della centrale umbra potrà presentare la sua manifestazione d'interesse a partire da oggi, 30 novembre e fino a marzo 2017. Il progetto rientra nella cessione di centrali prevista da Futr-E
Individuare proposte innovative e sostenibili per riqualificare e acquisire il sito industriale della centrale 'Pietro Vannucci' di Bastardo, nel Comune di Gualdo Cattaneo, attraverso un bando pubblico. E' questo il progetto presentato oggi presso la Sala conferenze della centrale dell'impianto umbro da Giuseppe Molina, responsabile Enel Generazione Italia; Fabio Paparelli, vicepresidente Giunta Regione Umbria; Andrea Pensi, sindaco di Gualdo Cattaneo; Marcello Bioli, sindaco di Giano dell'Umbria; Ernesto Cesaretti, presidente Confindustria Umbria. I soggetti, che vorranno presentare progetti per acquisire il sito, potranno porre la propria manifestazione di interesse a partire dal 30/11/2016 e fino a marzo 2017 alle condizioni specificate nell'avviso che sara' pubblicato sulla piattaforma www.futur-e.it il giorno stesso dell'apertura del concorso di progetto.

Le manifestazioni di interesse saranno sottoposte a una verifica preliminare di Enel, volta ad accertare il possesso dei requisiti minimi previsti per la partecipazione. Al superamento di questa selezione per i soggetti pre-qualificati sara' possibile partecipare alla seconda fase della procedura che prevede l'invio di offerte vincolanti, contenenti una proposta progettuale per la riqualificazione dell'area e un business plan comprensivo di offerta economica per l'acquisizione del sito; la deadline della seconda fase, insieme alle modalita' con cui espletarla, verra' comunicata ai soggetti pre-qualificati. A valutare le proposte ricevute sara' una commissione tecnica, con la partecipazione di rappresentanti del Politecnico di Milano, partner tecnico del progetto Futur-e, nonche' delle istituzioni locali, che verifichera' l'idoneita' delle soluzioni presentate per la riqualificazione e la valorizzazione dell'area, con particolare attenzione alle opportunita' e alle esigenze della comunita' locale, gia' sondate anche per mezzo di un mirato piano di ascolto, e a specifici requisiti di sostenibilita', fattibilita', parametri economici e ricadute occupazionali.

Notizie Correlate